Storia

>>Storia
Storia2018-10-18T10:44:30+00:00

La nostra Storia

DAM Dissalazione Acqua di Mare: questo è l’acronimo che ha costituito il nome della Società dalla sua nascita, avvenuta il 20 Ottobre 1966.
La costituzione della Società infatti faceva leva su un brevetto, registrato in Italia ed in Olanda, relativo ad un processo per la dissalazione dell’acqua di mare.
La Società venne fondata da un piccolo gruppo di privati, fra i quali l’inventore del brevetto, l’ingegnere tedesco Karl Heinz Swindt . In attesa di eseguire impianti di dissalazione, la Società intraprese attività di realizzazione di impianti di trattamento acque per Enti quali ANIC, ENEL e Amministrazioni comunali, arrivando ad essere iscritta all’A.N.C., Albo Nazionale Costruttori per depuratori e impianti di trattamento acque.
Nel 1972, la C.M.C. di Ravenna, avendo pianificato di entrare nel mercato delle opere per il disinquinamento ambientale, acquisì la Società, in nome e per conto del Movimento Cooperativo Ravennate .
Venne da subito realizzato, su finanziamento IMI, il primo impianto di dissalazione a Porto Corsini , con esiti soddisfacenti anche per la Commissione IMI che approvò la ricerca sotto tutti gli aspetti.
A maggio del 2009 si è conclusa l’operazione di acquisizione di Alpina Acque S.r.l. che il 14 ottobre del 2009 Alpina Acque S.r.l. è stata incorporata per fusione in DAM.
Alpina Acque S.r.l. nasce nel dicembre 1998, in quanto Romagna Acque Società delle Fonti S.p.A., società di capitale interamente pubblico che gestisce le fonti di approvvigionamento dell’Acquedotto di Romagna, partecipata da tutti i Comuni del territorio compresi nelle provincie di Rimini, Ravenna e Forlì-Cesena, decide di dotarsi di una propria società d’ingegneria acquistando il ramo aziendale idraulico, e quindi il know-how, della società Alpina S.p.A. di Milano, una delle più antiche e prestigiose società di ingegneria italiana. Assieme alla stessa Alpina, Romagna Acque costituisce infatti una nuova società denominata appunto Alpina Acque S.r.l.

Alpina Acque, incorporata in DAM, ha sviluppato nel corso degli anni tutta l’ingegneria per conto di Romagna Acque – Società delle Fonti S.p.A., nonché altri progetti per conto di terzi e soprattutto per i Comuni associati alla stessa Romagna Acque.
Stante le esperienze acquisite, il campo operativo di Alpina Acque è quello idraulico, con particolare riferimento a quello acquedottistico (reti acquedottistiche, impianti di potabilizzazione, sbarramenti, dighe, ecc.), fognario (reti fognarie, impianti di depurazione, ecc.), maturando tra l’altro esperienze anche nell’ingegneria marittima (studio delle correnti e del moto ondoso, erosione delle coste, progettazione di porti e infrastrutture portuali, ecc.).
Con l’acquisizione della suddetta società, la DAM ha potenziato in maniera importante tutti i suoi requisiti professionali nell’ambito di specializzazione di Alpina Acque, e si è rinforzata tecnicamente acquisendo ulteriori professionalità, in particolare nel campo dell’ ingegneria idraulica e della Direzione dei Lavori.
Negli anni immediatamente successivi la DAM si aggiudicò diversi appalti tra cui: la costruzione dell’impianto di potabilizzazione di Serravalle (FE), dell’acqua del fiume Po e, grazie alla sua iscrizione all’ANC, l’appalto per l’esecuzione dell’impianto di depurazione dei liquami urbani della città di Foggia.
Allo stesso tempo la DAM venne indirizzata all’ingegneria non solo nel campo delle acque e del disinquinamento in generale ma anche nei grandi edifici, opere idrauliche, trasporti e infrastrutture di trasporto. Successivamente la Società smise di perseguire l’acquisizione di appalti di costruzione e si dedica ai servizi d’ingegneria e consulenza per le grandi opere pubbliche, per le imprese e per iniziative private.
Nel 1983 si rende concreto l’ingresso nell’azionariato del Movimento Cooperativo Ravennate, mantenendo CMC il ruolo di azionista di riferimento.
Nel 1996 la società è ceduta dalla FINANZIARIA C.M.C. alla PROGER S.p.A., che, a febbraio 1997, la cede all’attuale azionista di maggioranza, ACQUATECNO S.r.l. di Roma, società di ingegneria specializzata in opere marittime e portuali ai primi livelli in Italia.
Ad oggi DAM Consulting fa parte di AMEC GROUP, holding di partecipazione d’aziende specializzate nel campo delle infrastrutture.